Attività e progetti oggetto di rendicontazione sociale

Iniziative di educazione e sicurezza stradale, con particolare riferimento a quelle svolte in sinergia con il mondo della scuola

L’impegno profuso da ACI verso la promozione dell’educazione stradale e dei corretti com- portamenti da tenere sulla strada, inizia già dagli anni Trenta dello scorso secolo.  L’evoluzione della tecnologia ha interessato in questi decenni la sede stradale, sia dal punto di vista ingegneristico, sia da quello della segnaletica; un’evoluzione forse anche maggiore ha coinvolto i veicoli, le cui case costruttrici hanno adottato moderni sistemi per diminuire sensibilmente il rischio di incidentalità.

La componente umana resta, tuttavia, la variabile più fragile. L’AC Bari Bat, dedica la propria attenzione alla prevenzione, con iniziative formative rivolte ai bambini nell’ambito dei programmi di prevenzione internazionali (decennio di iniziative ONU e Road Safety Campaign della FIA), contribuendo alla salvaguardia della vita umana sulle strade.

La promozione dell’“istruzione automobilistica e l’educazione dei conducenti di autoveicoli allo scopo di migliorare la sicurezza stradale”, trova un riferimento non solo statutario, ma anche a livello di legge: l’art. 230 del Codice della Strada, infatti, assegna all’ACI (e alle sue articolazioni territoriali) un ruolo consultivo in materia di predisposizione di programmi scolastici

allo scopo di promuovere la formazione dei giovani in materia di comportamento stradale e della sicurezza del traffico e della circolazione”.

Nel rispetto di tale finalità, negli ultimi anni l’Ente ha promosso la diffusione del network di autoscuole Ready2Go ed ha dato un forte impulso allo sviluppo delle attività di educazione stradale, principalmente presso le scuole dell’infanzia e primaria, nella convinzione che per marginalizzare il fenomeno dell’incidentalità occorra soprattutto intervenire nella informazione e formazione, infondendo nei cittadini e negli utenti della strada la consapevolezza del rischio, la cultura del rispetto delle regole e della coscienza civica, che rende spontanei e naturali comportamenti a salvaguardia della vita umana sulle strade.

L’AC Bari Bat, in ottemperanza agli obiettivi di performance strategici dettati dall’ACI, focalizza le iniziative formative innanzitutto sui bambini, proponendo agli istituti scolastici dell’infanzia e primary, corsi di educazione stradale sulle regole generali della strada (TrasportACI Sicuri), sul corretto uso degli attraversamenti pedonali (A passo sicuro) e sull’uso della bicicletta (Due ruote sicure).

Per dare divulgazione alle attività di educazione stradale destinate agli alunni delle scuole primarie e dell’infanzia, a decorrere dal 2017, in forza del Protocollo stipulato tra ACI e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), i corsi di educazione stradale ACI sono inseriti nel “catalogo” delle iniziative formative della Piattaforma Nazio- nale di Educazione Stradale, cui ciascun Istituto può attingere per aderire alle offerte formative.

Considerati i contenuti peculiari di tali servizi formativi, che li differenziano da quelli offerti dal mercato e che richiedono competenze specifiche e l’uso di materiale ACI, le attività di educazione stradale sono erogate dal personale dell’AC, in possesso delle specifiche competenze e capacità di dialogo con i più piccoli.

Gli interventi formativi sono svolti attraverso l’uso di materiale video compatibile con gli strumenti multimediali in dotazione presso gli istituti (L.I.M.) e di supporti materiali:

“A passo sicuro”

“A passo sicuro” è stato inaugurato nell’ambito dell’iniziativa EuroTEST – European Pedestrian Crossing Assessment – EPCA, progetto del quale l’ACI è stato promotore e capofila. Il modulo formativo è stato realizzato sulla base dei risultati dello studio EPCA e ha come obiettivo quello di creare uno strumento innovativo per la trasmissione della cultura della sicurezza stradale, soprattutto a tutela dei pedoni sempre più coinvolti negli incidenti mortali.

Dal 2014 il format educativo è entrato a far parte del novero dei prodotti didattici e divulgativi della Federazione ACI, nel settore dell’educazione alla sicurezza stradale.

Esso costituisce uno strumento innovativo per la trasmissione della cultura della sicurezza stradale e prende in considerazione i pedoni e gli attraversamenti pedonali, poiché, se negli ultimi anni il numero di incidenti stradali sulle strade urbane è nel complesso diminuito, è tuttavia aumentato quello degli incidenti nei quali sono coinvolti i pedoni, molti dei quali si trovavano su o in prossimità di un attraversamento pedonale.

“TrasportACI Sicuri”

Il modulo formativo TrasportACI Sicuri è stato realizzato sulla base del progetto pilota ACI “Tutti a bordo in sicurezza”, che aveva lo scopo di testare l’effettivo interesse degli adulti sulle informazioni relative alle modalità di trasporto sicuro dei bambini e di aumentare la sicurezza dei minori in auto. A fronte del forte interesse in merito alla materia, il modulo “TrasportACI Sicuri” è stato destinato ai bambini della scuola primaria e dell’infanzia e ha come oggetto le regole generali della sicurezza stradale.

“Due Ruote Sicure”

L’elevato interesse manifestato da parte della collettività nei confronti dell’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto, ha spinto l’Ente a porre attenzione a questa tematica, favorendo lo sviluppo del modulo formativo “Due ruote sicure”, che ha registrato notevole successo nel mondo della scuola.

Il programma riguardante l’uso corretto della bicicletta è rivolto a ragazzi tra i 10 e i 13 anni con l’obiettivo di trasmettere, attraverso una preliminare conoscenza tecnica del mezzo, le norme di comportamento da utilizzare sulla strada per la propria sicurezza e per quella degli altri utenti.

Il tema centrale “muoversi in sicurezza con la bicicletta” porta ad analizzare i fattori di rischio e la coesistenza con gli altri utenti della strada. L’intento è quello di far percepire l’importanza della corretta manutenzione e controllo del mezzo.

Gli argomenti trattati sono molteplici e comprendono:

  • le indicazioni per il corretto controllo e gestione del mezzo;
  • consigli riguardanti l’utilizzo di sistemi di protezione, come ad esempio il casco;
  • le regole generali relative sia al comportamento sia alla segnaletica stradale;
  • l’importanza di rendersi visibili tramite appositi indumenti (il gilet catarifrangente);
  • l’uso corretto delle luci sia di giorno che di notte.

Le attività formative svolte dall’Automobile Club Bari Bat si articolano in interventi della durata di un’ora, nel corso della quale è possibile formare fino a due classi (ca. 40 bambini). Al termine del corso i docenti compilano un modulo di valutazione, mentre a tutti i bambini può essere affidato il compito di realizzare dei disegni o lavoretti sui temi trattati. I bambini ricevono un diplomino creato dall’Automobile Club per la partecipazione.

Al termine dello svolgimento del programma formativo l’Automobile Club Bari Bat, in modo del tutto gratuito per la scuola, organizza un piccolo evento nel quale coinvolgere tutti i bambini formati nell’istituto, donando un piccolo omaggio a ricordo del programma svolto.

Quale valore sociale hanno creato le attività?

Come è possibile evincere dai questionari di valutazione, è evidente che le iniziative formative hanno incrementato la consapevolezza, da parte dei bambini, dei comportamenti non corretti e dei conseguenti rischi a cui sono coinvolti come pedoni, ciclisti e utenti della strada.

Quali risultati ha generato?

Nel corso dell’ultimo triennio, l’Automobile Club Bari Bat ha formato oltre 9.000 bambini nel corso di decine di incontri presso gli istituti scolastici e al termine dei corsi, ha distribuito ai bambini materiale informativo ed omaggi (giubbottini catarifrangenti, portachiavi con segnali stradali, matite colorate e giochi sulla sicurezza stradale). Si riportano, in calce, alcune informazioni di dettaglio sui corsi organizzati dall’Ente, evidenziando che questi si sono svolti sia presso istituti scolastici che nell’ambito di eventi divulgativi, con ritorno di pubblico ed attenzione verso il ruolo istituzionale dell’AC Bari Bat.

Iniziative di educazione e sicurezza stradale a favore dei giovani in procinto di conseguire la patente

Il progetto Ready2Go nasce nel 2010 al fine di realizzare ed attuare un metodo ACI di formazione alla guida che, attraverso programmi integrativi rispetto a quelli obbligatori (materiale documentale, uso del simulatore di guida, svolgimento di test drive e corsi di guida sicura ACI), consentisse ai giovani di realizzare un vero percorso di formazione e addestramento alla guida, volto al conseguimento della patente, nonché ad affrontare le insidie della strada.

Nel corso degli anni, il Network di autoscuole Bari Bat – costituito esclusivamente da delegazioni ACI con servizio di scuola guida – è progressivamente cresciuto, fino ad essere diventato ad oggi, una realtà consolidate all’interno del territorio provinciale.

Educazione stradale: alunni formati

  • Alunni

Andamento Autoscuole Ready2Go

  • Autoscuole

Iniziative di educazione e sicurezza stradale a favore dei giovani in procinto di conseguire la patente

Obiettivo dell’Ente è stato quello di qualificare, al pubblico ed alle Istituzioni, la rete delle autoscuole Ready2Go come operatori professionali in grado di erogare un metodo ACI di reale formazione dei giovani alla guida, per la sicurezza stradale e la salvaguardia della vita.

Al fine di dare divulgazione al metodo a beneficio della sicurezza stradale – che costituisce la prima causa di morte tra i giovani – l’Automobile Club Bari Bat promuove l’organizzazione di giornate Ready2Go presso Istituti scolastici secondari a vantaggio degli alunni in età da patente, secondo il seguente programma di massima:

È prevista una lezione interattiva di ca. 1 ora e mezza sulla sicurezza stradale, andando a toccare tutte le tematiche inerenti la sicurezza stradale per i conducenti di auto.

Nello specifico alcuni ragazzi “volontari” individuati tra i ragazzi stessi sulla spinta emotiva creata dal formatore ACI, effettueranno e sperimenteranno cause ed effetti degli incidenti stradali e come prevenirli. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, in quanto la lezione per la sua dinamicità ed interattività potrebbe richiedere approfondimenti e/o variazioni al suo interno:

  • Incidenti stradali;
  • Forza di impatto;
  • Sicurezza attiva e passive;
  • Cause più frequenti incidenti stradali ed esempi pratici proiettati tramite video;
  • Uso del cellulare alla guida;
  • Velocità;

 

Esercitazioni Pratiche:

Slitta di Ribaltamento e di Impatto

Le slitte appositamente installate su un truck dimostrano concretamente ai ragazzi i pericoli che si corrono alla guida e le conseguenze del proprio comportamento. Nello specifico potranno testare il ribaltamento della vettura e le conseguenze di un urto senza cinture di sicurezza allacciate.

Alternanza Scuola-Lavoro

L’Automobile Club Bari Bat ha avviato a partire dall’anno 2016 percorsi di alternanza scuola lavoro, secondo quanto disposto dalla legge 170 del 2015, avviando la prima esperienza di alternanza con il Convitto Nazionale Domenico Cirilo (Liceo Scientifico), in data 2 dicembre 2016. Da questa prima esperienza si sono organizzati due moduli: TrasportAci e InformAci.

  • TrasportAci è il percorso attraverso il quale gli studenti imparano ad erogare essi stessi il modulo TrasportAci che l’Automobile Club eroga presso le scuole elementari, laddove in un istituto come il Cirillo, si è realizzato il curriculum verticale attraverso la formazione portata dagli studenti più grandi, verso gli studenti più piccoli dell’istituto.
  • InformAci è il percorso attraverso il quale gli studenti hanno effettuato l’analisi dei dati raccolti presso il punto di informazioni turistiche gestito dall’AC a mezzo di una propria delegazione, realizzando un documento di sintesi e suggerimenti forniti al Comune di Bari, in occasione di una conferenza stampa dedicata. Successivemente questo percorso è stato modificato ad hoc per gli studenti del liceo linguistico, che hanno effettuato affiancamento allo sportello di informazione, al fine di mettere alla prova le proprie skills.

Peraltro, si è cercato di far effettuare l’alternanza a studenti nell’intero ciclo del triennio, affinchè gli stessi potessero vivere e cogliere i valori del mondo ACI.

In particolare le scuole che hanno sottoscritto convenzioni per l’alternanza sono state tre, il Convitto Cirillo (Liceo Scientifico), l’I.I.S.S. Marco Polo (liceo linguistico) e l’Istituto Giulio Cesare (ragioneria), per un totale di 94 studenti.

A)    prove di guida in area esterna (test drive) analoghi a quelli previsti nel Metodo con istruttori di autoscuole;

Attraverso il programma Ready2Go Scuola nel corso dell’ultimo triennio l’Automobile Club Bari Bat ha raggiunto oltre 3.000 studenti, mentre oltre 5.000 sono i giovani che hanno conseguito la patente presso le autoscuole Ready2Go.

L’AC Bari Bat, inoltre, è stato presente, insieme alle autoscuole, in manifestazioni di rilievo, curando l’organizzazione di test drive su percorsi allestiti e prove al simulatore di guida per promuovere il Network e il Metodo ACI. Si ricordano le principali attività svolte nel biennio 2017 e 2018:

  • Si è fatta una nuova campagna di sensibilizzazione alla sicurezza stradale in affiancamento alla Fidas Puglia
  • Si è continuata la collaborazione con la Misericordiae di Andria per la campagna “Una vita al Volante”
  • Guido sicuro….Guarda la strada. Piazza Libertà Bari 09/11/2018
  • Guido la vita. Castello di Barletta 29/11/2018

B)    Attività a rilevanza sociale, a vantaggio delle categorie deboli della popolazione

Nel quadro del già citato programma nazionale “ACI per il Sociale”, l’Ente si è rivolto agli utenti deboli, cioè a tutti coloro i quali meritino una “tutela particolare” dai pericoli derivanti dalla circolazione sulle strade, fornendo supporto alle esigenze per assicurare la partecipazione attiva nella Comunità.

L’impegno dell’Ente verso la sicurezza ed integrazione sociale, si concretizza nella realizzazione di diversi progetti, attività, servizi online, programmi dedicati a bambini e enitori, anziani o diversamente abili, ciclisti o pedoni ed indistintamente anche a chi guida, neopatentati e non.

La tutela si estende alla collettività nella sua interezza, anche nel rispetto sempre più sentito verso l’ambiente, attraverso la definizione di programmi di sostenibilità e creando un contesto favorevole per lo sviluppo della responsabilità sociale di tutti.

Coerentemente con il proprio ruolo istituzionale volto a garantire l’esercizio della mobilità in sicurezza a tutti i cittadini ed in attuazione della Carta dei Diritti Fondamentali dell’U.E., sin dal 2010, l’ACI ha avviato il programma “ACI per il Sociale”, finalizzato a sviluppare iniziative e servizi per favorire la mobilità degli utenti che a vario titolo si trovano in situazioni di svantaggio, nonché per consentire l’attuazione dei diritti di integrazione a favore delle fasce deboli della popolazione. L’Automobile Club Bari Bat è convinto promotore del programma e lo ha declinato a favore delle persone che, sia per ragioni temporanee sia definitive, si trovano in condizioni di svantaggio.

a) Promozione dell’automobilismo sportivo, quale federazione rientrante nel CONI

Lo sport automobilistico ha caratterizzato le origini dell’Automobile Club e costituisce, pertanto, uno dei valori “costitutivi” dell’Ente, che rappresenta presso il CONI la federazione sportivo automobilistica territoriale.

Pertanto, se negli ultimi anni l’impegno per la realizzazione di iniziative nel campo sportivo ha dovuto cedere il passo all’esigenza di consolidare i risultati economici, con il progressivo miglioramento di questi ultimi, l’Ente ha via via ripreso il proprio ruolo in riferimento sia alle competizioni di velocità sia alle prove per auto storiche.

Inoltre, al fine di favorire l’avvicinamento dei giovani allo sport automobilistico, la coesione degli sportivi intorno all’Ente e il rafforzamento del ruolo istituzionale dell’AC Bari Bat, l’Ente ha:

  • organizzato corsi per il conseguimento della prima licenza sportiva di ufficiali di gara, con- sentendo di “laureare” nel biennio 2016-2017 oltre 70 commissari di percorso e verificatori tecnici e sportivi;
  • svolto premiazioni dei campioni dell’automobilismo sportivo, presso l’Autodromo di Vallelunga e destinate a piloti, organizzatori e commissari che si sono distinti nelle competizioni sportive;
  • realizzato un Trofeo Automobile Club Bari Bat destinato ai vincitori delle principali manifestazioni sportive presso l’Autodromo di Vallelunga

b) Tutela del patrimonio automobilistico d’epoca

Sin dalla costituzione del Club “ACI Storico”, l’Automobile Club Bari Bat si è costituito quale rappresentante istituzionale nel settore dei veicoli di interesse storico e collezionistico, in funzione della promozione del settore a tutela degli appassionati e del prestigio nazionale legato al mondo della produzione automobilistica.

Nel corso di tre anni di esperienza l’Ente è riuscito ad affermarsi nell’ambiente dei collezionisti forte della propria storia, che trova le origini sin dai primordi dell’automobile riscontrando, nel corso dell’attuale ciclo di pianificazione, l’incremento delle adesioni all’Ente da parte di soci individuali e di club.

Nel corso del 2017 l’AC Bari Bat ha, inoltre, coinvolto il Club ACI Storico in proficue iniziative nel campo dell’automobilismo e in altre manifestazioni di grande richiamo.

L’Ente ha inoltre concesso il proprio patrocinio a raduni, prove di regolarità e concorsi di ele- ganza, al fine di incrementare la conoscenza del club ACI Storico e dei servizi riservati ai soci ed ha organizzato un corso di formazione a vantaggio delle delegazioni, al fine di ampliare le competenze da parte dei punti di servizio sul territorio e di sostenere l’adesione al Club.

  • realizzazione di eventi divulgativi a favore degli appassionati di auto d’epoca, da organizzare prevalentemente nell’ambito di manifestazioni di richiamo che, come richiesto dagli appassionati, consentano di dare visibilità al Club nel territorio;
  • diffusione della conoscenza dei servizi del Club ACI Storico da parte delle Delegazioni, al fine di diffondere le competenze da parte dei punti di servizio, favorendo l’incremento delle adesioni;
  • apertura di uno sportello ACI Storico presso la delegazione di sede dell’Ente.

c) Progetto di autovalutazione Common Assessment Framework (F@cile CAF)

L’Automobile Club Bari Bat, consapevole dell’importanza di avviare un cambiamento organizzativo nel rispetto dei principi del Total Quality Management, da febbraio 2018 ha avviato la sperimentazione della piattaforma informatica “F@cile CAF”, realizzata dal Dipartimento della Funzione Pubblica e finalizzata all’applicazione presso la Struttura del modello di eccellenza europeo Common Assessment Framework – CAF (Quadro di riferimento Comune per l’Autovalutazione).

Da febbraio a luglio 2018, l’AC ha svolto il processo di autovalutazione secondo la metodologia CAF, coinvolgendo i portatori di interesse esterni ed interni e realizzando un “Rapporto di autovalutazione”, che individua i punti di forza e di debolezza e da avvio all’azione di miglioramento.

In sede di approvazione di piani e programmi di attività per il 2018, il Consiglio Direttivo del- l’Ente, ha inserito il programma di miglioramento tra gli obiettivi di performance dell’Ente avviando così il percorso di eccellenza a vantaggio dei soci, dei cittadini e degli stakeholder in genere, nel quadro del rafforzamento del ruolo istituzionale dell’Ente.

Per dare attuazione del programma, l’Ente ha costituito un “Comitato Guida per il Migliora- mento”, che ha individuato i fattori critici di successo, confrontandoli con i punti di forza e debolezza in sede di autovalutazione, definiti in sede di autovalutazione e ha individuato le iniziative di miglioramento, tra cui rientra la realizzazione del bilancio sociale.