Automobile Club Bari-Bat

AUTOMOBILE CLUB BARI-BAT

L’Automobile Club di Bari è un Ente pubblico non economico senza scopo di lucro, a base associativa, riunito in Federazione con l’ACI.

Da una ricerca storica condotta, si è potuto riscontrare all’interno del Libro “50 anni Auto e Sport” -una pubblicazione dell’ACI risalente al 1948- che l’Automobile Club Bari ha visto la sua fondazione l’11 Febbraio 1925. E’ riconosciuto – con i D.P.R. 16 giugno 1977, n. 665, e 1° aprile 1978, n. 244, emanati in attuazione della legge n. 70/75 – “ente necessario ai fini dello sviluppo economico, civile, culturale e democratico del Paese” ed inserito nella stessa categoria di “enti preposti a servizi di pubblico interesse” in cui la citata legge n. 70/75 ha compreso l’ACI.

Attualmente l’Automobile Club Bari ha competenza anche sulla nuova provincia Barletta-Andria-Trani, sesta provincia pugliese nata nel 2004, che conta 392.863 abitanti.

L’Automobile Club è rappresentativo, nell’ambito della circoscrizione territoriale di propria competenza, di interessi generali in campo automobilistico, e altresì – ai sensi dell’art. 38 dello Statuto ACI – svolge, nella propria circoscrizione e in armonia con le direttive dell’Ente federante, le attività che rientrano nei fini istituzionali dell’ACI stesso (art.4 Statuto), presidiando sul territorio, a favore della collettività e delle Istituzioni, i molteplici versanti della mobilità.

Tenuto conto dell’omogeneità degli scopi istituzionali, pur essendo Ente autonomo con propri Organi, un proprio patrimonio, un proprio bilancio e proprio personale, è legato all’ACI dal vincolo federativo che si estrinseca attraverso:

  • la partecipazione del Presidente dell’ AC all’Assemblea dell’ACI;
  • l’approvazione da parte degli Organi dell’ACI sia del bilancio preventivo e del conto consuntivo dell’AC che del Regolamento elettorale;
  • il potere dell’Ente federante di definire indirizzi e obiettivi dell’attività dell’intera Federazione;
  • le modalità di pianificazione delle attività dell’AC, che prevedono che il Comitato Esecutivo dell’ACI verifichi la coerenza dei programmi/obiettivi definiti annualmente dal Consiglio Direttivo dell’AC con gli indirizzi strategici della Federazione;
  • il ruolo di raccordo svolto dal Direttore dell’AC

Nel quadro di questo assetto federativo, l’AC è posto sotto la vigilanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Sono Organi dell’AC: l’Assemblea dei Soci, il Presidente e il Consiglio Direttivo.

Il controllo generale dell’amministrazione è affidato ad un Collegio dei Revisori dei Conti composto da tre revisori effettivi e un supplente.

La struttura organizzativa dell’AC prevede, ai vertici dell’amministrazione, la figura del Direttore dell’Ente.

Il Direttore, ai sensi dello Statuto, è dirigente appartenente ai ruoli organici dell’ACI, ed è nominato dal Segretario Generale dell’ACI, sentito il Presidente dell’AC. Il Direttore assicura la corretta gestione tecnico-amministrativa dell’AC, in coerenza con le disposizioni normative e con gli indirizzi e i programmi definiti dagli Organi dell’ACI in qualità di Federazione degli stessi AC.

In particolare, nell’ambito della propria competenza territoriale, il Direttore garantisce, sulla base degli indirizzi strategici definiti dagli Organi, delle direttive del Segretario Generale, ovvero delle linee di coordinamento del Direttore Compartimentale – il cui ruolo è di seguito descritto – la puntuale attuazione degli indirizzi strategici, dei programmi, degli obiettivi e dei piani di attività in materia dei servizi e prestazioni rese dalla Federazione ai Soci e agli automobilisti in genere e assicura, altresì, il rispetto degli accordi di collaborazione posti in essere nell’interesse della Federazione stessa.

Il Direttore garantisce, inoltre, l’attuazione degli ulteriori programmi definiti dal Consiglio Direttivo dell’AC. L’AC partecipa a livello regionale al Comitato Regionale, composto dai Presidenti degli Automobile Club della Regione Puglia, che cura i rapporti con la stessa Regione e ha competenza esclusiva per tutte le iniziative di valenza regionale in materia di sicurezza e educazione stradale, mobilità, trasporto pubblico locale, turismo e sport automobilistico.

Le funzioni di segretario del Comitato Regionale sono assolte dal Direttore Compartimentale, figura prevista dall’Ordinamento dell’ACI.

Il Direttore Compartimentale svolge funzioni di raccordo tra gli AC della Regione e le Strutture Centrali dell’ACI, di coordinamento degli AC nella regione di competenza nonché di attuazione e gestione di obiettivi, priorità, piani, programmi e direttive generali definiti dal Comitato Regionale. In tale ambito svolge il ruolo primario di interlocutore con le Pubbliche Amministrazioni, operanti sul territorio, per le materie di propria competenza.

Al fine di assicurare la massima capillarità sul territorio dei servizi resi e perseguire le esigenze dell’utenza, l’Automobile Club offre assistenza ai propri Soci e agli automobilisti in generale, attraverso la rete delle proprie delegazioni dirette e indirette (queste ultime sono studi di consulenza automobilistica disciplinate dalla L.264/91, appositamente convenzionate con lo stesso AC, che erogano servizi di assistenza -con utilizzo del Marchio- secondo standard predefiniti e sotto precise condizioni di impiego e funzionamento).

Per il perseguimento dei propri fini istituzionali, l’AC affida la gestione di attività e/o servizi interni/esterni e l’erogazione di prestazioni ai soci e agli automobilisti in generale, ad una società strumentale collegata -denominata ACI Futura S.r.l., che opera per conto e al servizio dell’AC,.

La rete di ca. 34 delegazioni strutturata sul territorio, garantisce secondo elevate standard qualitativi, la capillarità sul territorio dei servizi offerti ai propri Soci e agli automobilisti in generale e venire incontro alle esigenze dell’utenza.

L’AC Bari Bat, in qualità di “Club degli automobilisti”, forte dei ca. 22.500 Soci e delle relative famiglie, è impegnato ad offrire l’opportunità di muoversi in sicurezza, sia in Italia sia all’estero, anche grazie agli accordi e alle collaborazioni da sempre in essere con gli altri Club europei.

Per originaria vocazione, nel corso della propria esistenza, l’ AC Bari Bat ha costantemente svolto attività di carattere sociale, estrinsecata mediante:

  • iniziative di formazione alla sicurezza stradale e alla guida;
  • tutela del diritto alla mobilità;
  • conduzione di studi e ricerche nel campo della mobilità (ACI nel sociale e linee guida strategiche).

In tale contesto istituzionale, l’AC Bari Bat ha dedicato gran parte delle proprie energie organizzative svolgendo, in accordo con gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, corsi di educazione stradale che coinvolgono costantemente migliaia di ragazzi e bambini. Non meno di rilievo, risultano essere le altre iniziative a vantaggio dei cittadini, con particolare attenzione alle categorie che versano in condizioni di fragilità temporanea o permanente.